26 nov 2013

111 cime attorno a Cortina

A differenza, purtroppo, di Cortina, dove - se non fosse stato per la simpatica disponibilità di Guido "Baa" del  Lagazuoi, che ci invitò nel suo rifugio il 7 luglio 2012 - il libro non è stato presentato, con gli amici Sandro Caldini e Roberto Ciri e l'editore Francesco Cappellari faccio un plauso a Cervignano del Friuli, la cui Sezione del Cai ci ha chiamato venerdì 22 novembre a presentare, nell'affollato salone della Casa della Musica e con un indovinato mix di parole, immagini e suoni, il nostro volume "111 cime attorno a Cortina", uscito lo scorso anno.
Un grazie dunque a Cristian Boemo, Presidente della Sezione "Giusto Gervasutti", uno al pubblico intervenuto - tra il quale ho rivisto diversi amici del periodo, lontano, ma sempre presente, in cui prestai il servizio civile nel vicino paese di Aiello -, uno a mia moglie che era con me, e last but not least uno a quelle cime attorno a Cortina che ho schedato e raccontato in un lavoro definito, magari un po' troppo rassegnatamente, il mio "testamento spirituale", la somma di decenni di vagabondaggi in montagna.
73 delle cime che ho salito in Ampezzo, in Cadore, in Val di Braies e in Pusteria (qualcuna ignota anche ad amici e paesani e mai relazionata altrove) sono confluite nel volume, insieme con altre 38 condivise anche da Sandro e Roberto. 
E' stata una bella esperienza e una grande soddisfazione, farsi ascoltare in un'umida serata di tardo autunno in una cittadina poco distante dal mare, davanti a un uditorio amante della montagna che si raccoglie intorno ad una Sezione del Cai attiva e disponibile. Ancora grazie a tutti!

3 commenti:

  1. Serata davvero splendida.. e commovente l'accoglienza delle persone che ti conobbero allora e che ancora hanno un ricordo così vivo e di stima nei tuoi confronti.
    NEMO PROPHETA IN PATRIA, purtroppo....
    Grazie agli amici di Aiello e Cervignano!

    RispondiElimina
  2. Sono riuscito a far giungere alla Feltrinelli di Genova due copie del tuo libro (dalle omologhe librerie di Padova e di Mestre): una per me e l'altra per un amico, amante anche lui delle montagne di Cortina e dei percorsi meno frequentati, a cui ne ho fatto dono (graditissimo). Non posso che ringraziarti per la tua passione che riesci a trasmettere in modo così mirabile. Ed è un peccato che molte piccole, ma straordinarie case editrici abbiano una diffusione così limitata. Mi consolo pensando che andare alla ricerca di questi piccoli tesori sia in fondo simile al ripercorrere sentieri e itinerari ormai dimenticati. Ciao

    Saverio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Allora buona lettura e ... metti in pratica le relazioni che ti amncano!!!
      Ernesto

      Elimina

Il Rifugio Col Druscié sulle Tofane compie 80 anni

Si sta avvicinando una simpatica ricorrenza per il turismo ampezzano. 80 anni fa, il 2 dicembre 1937, alcuni privati furono autorizzati ad ...