04 ott 2015

Relax alla Malga di Tesido

Scrivere della Taistner Vorderalm, o meglio della Malga di Tesido, significa citare un esercizio che ha anticipato l'escursionismo invernale fra le nostre montagne. 
Quella di Tesido (di Dentro: c’è anche quella di Fuori, ma è chiusa) è stata una delle prime malghe pusteresi a fiutare l’interesse ad un'apertura anche nella stagione bianca, ed è la prima che ho conosciuto personalmente, essendovi salito con alcuni amici già quasi trent'anni fa, il 4 ottobre del 1987. 
In vista della Malga: sullo sfondo, l'anticima del Rudlhorn
(foto E.M., ottobre 2011)
La malga sorge a 2012 m di quota, sul bordo inferiore del vasto pascolo, in parte paludoso, dell’Alpe di Tesido, nel comune di Welsberg-Monguelfo. La Malga è circondata in destra orografica dalla dorsale Lutterkopf-Monte Luta - Durakopf-Monte Salomone, collegati da un bel sentiero panoramico, e in sinistra dalla dorsale che dal modesto Salzla-Monte di Tesido, attraverso l'ardito Rudlhorn-Roda di Scandole, sale all’Eisatz-Monte Novale di Fuori. Sono tutte vette prive di difficoltà alpinistiche, divertenti e panoramiche, che abbiamo salito più volte, fino a estati non lontane. 
La Malga di Tesido inoltre è il capolinea di una pista di slittino fra le più amate e frequentate dell'alta Pusteria: i 4,5 km della larga e non molto ripida strada forestale che sale dal Mudlerhof e si dipana tra gli alberi del Tschochenwald. 
Per arrivare alla malga, la soluzione classica e meno lunga prevede di seguire (poco più di un’ora) la citata strada. Da qualche anno il punto di partenza, presso il Mudlerhof, maso con ristoro che merita una sosta: la veranda promette la visuale su ben 53 vette dolomitiche, è stato ampliato in un grande parcheggio, a riprova della frequentazione della zona d'estate e d'inverno. 
Ci troviamo  nel cuore dei Monti di Casies: i versanti rocciosi sono disgregati e non offrono scalate, ma le cime degne di una visita sono tante, in buona parte ideali anche per lo scialpinismo. Tra Antholz-Anterselva e Winnebach-Prato Drava si celano luoghi che conosciamo, amiamo e dove siamo saliti spesso, in entrambe le stagioni. La Malga di Tesido e le sue montagne rientrano proprio fra questi.

Nessun commento:

Posta un commento

Corno d’Angolo: chi l'avrà salito per primo, e perché?

Chi avrà salito per primo il  Corno d’Angolo, e perché?  Già noto ai pionieri con il nome tedesco di Eckhorn, dovuto alla sua posizione a...