24 gen 2011

Di nuovo alla Kradorferalm

Siamo tornati alla Kradorferalm in Val Casies, per la quarta volta in meno di tre anni. La malga è una delle nostre ultime scoperte escursionistiche, ed è entrata subito fra gli obiettivi invernali più piacevoli, nonostante l'accesso stradale sia lungo quasi quanto quello a piedi. La costruzione sorge a 1704 m, lungo il tratto finale della valle che da Santa Maddalena s'interna verso N sino a incontrare il confine italo-austriaco. Per raggiungerla, dopo una cinquantina di km di automobile da Cortina per Dobbiaco, Villabassa, Monguelfo e l'intera Val Casies, parcheggiamo nel “cuore” di Santa Maddalena, dove c'è una rotatoria, e proseguiamo a piedi. Dapprima per un tratto asfaltato e pianeggiante, poi per strada forestale nel bosco, trovando quasi sempre più ghiaccio che neve (i ramponcini non sono una cattiva idea ...), risalendo con media pendenza la valle, passando a sinistra della Mesneralm (anch'essa aperta), dopo una buona ora giungiamo alla Pidigalm. A destra, dopo un'altra malga e un ponte, immersa fra gli abeti sorge la nostra meta. Il luogo è tranquillo, l'atmosfera rustica, la cucina ottima e la passeggiata non ha comportato sforzi sovrumani. D'inverno ci si ferma qui, ma d'estate si può continuare incontrando un'altra malga ancora, la Oberbergalm, a pochi passi dall'Austria. Siamo poi alle pendici del Corno Fana di Casies, seconda cima della valle e meta superba con un vasto panorama, che ricordo con piacere. Per la discesa, abbiamo provato una deliziosa novità: il "Sentiero Scoiattolo", che torna a Santa Maddalena restando sempre sulla sinistra orografica della valle, attraversa prati e pascoli con piccoli fienili e confluisce nell'ennesima strada boschiva che movimenta questo territorio conservato ed amato, dove il turismo è in armonia con la natura.
Piacevole novità, scendendo dalla Kradorferalm, 23 gennaio 2011

Nessun commento:

Posta un commento

Il Rifugio Col Druscié sulle Tofane compie 80 anni

Si sta avvicinando una simpatica ricorrenza per il turismo ampezzano. 80 anni fa, il 2 dicembre 1937, alcuni privati furono autorizzati ad ...